motore di ricerca

Programma invernale

Il programma invernale
Archivio notizie
Entra nella sezione  Programma invernale

Rassegne estive

Ribalta Marea
Le rassegne estive
Entra nella sezione  Rassegne estive

Informazioni

Dove siamo
Contatti
Notizie storiche sul Teatro
Entra nella sezione  Informazioni

HOME » Informazioni | Notizie storiche sul Teatro

ultima modifica: 17/10/2014

velarioIl Teatro Comunale di Cesenatico

Il Teatro Comunale di Cesenatico venne inaugurato l'11 luglio 1865, come riporta anche una lapide commemorativa posta all'ingresso, per essere poi nuovamente aperto al pubblico il 14 novembre 1992 dopo un radicale restauro seguito al lungo periodo di chiusura causato dai danni di guerra e dal successivo utilizzo come alloggio di fortuna. Il teatro di Cesenatico ebbe comunque dalla sua fondazione sino al secondo conflitto mondiale una intensa attività sia come luogo di spettacoli sia come luogo per manifestazioni pubbliche, ospitando anche compagnie e attori molto noti al tempo, tra cui anche il celebre Ermete Zacconi, immortalato nella lapide in ricordo della memorabile rappresentazione degli Spettri di Ibsen l’8 e 10 aprile del 1908.

Il restauro condotto prima della riapertura, curato dall’architetto Augusto Savini (il padre Francesco ha scritto un libretto con la storia di questo teatro) ha recuperato nella sostanza la fisionomia originaria, che stabiliva una divisione planimetrica dell’edificio in quattro parti: la prima verso la strada, con il ridotto d'accesso alla platea ed ai palchi; la seconda costituita da sala platea, palchi e ribalta; la terza con il palcoscenico composto di scenari e quinte; mentre non è invece più presente la struttura adiacente che collegava la parte laterale retrostante del teatro con il vecchio palazzo comunale, distrutto dalla guerra. È stata anche ripristinata la facciata neoclassica in cotto, con due finestre laterali, un portone centrale e due piccole porte nei corpi aggiunti; un tempo al primo piano aveva sede la locale scuola di musica, mentre nella sala centrale, con cavea a ferro di cavallo, si aprivano 2 ordini di 15 palchetti ciascuno, le barcacce ed il loggione. Il soffitto della platea era decorato con un grande rosone in legno, attorno al quale erano dipinti sei medaglioni raffiguranti gli uomini illustri del tempo. Fra le altre opere degne di nota presenti all'interno dell’originario teatro, e purtroppo andate perdute, ricordiamo il prezioso lampadario in vetro di Murano, il grande tappeto che copriva il palcoscenico, e soprattutto il velario, opera del pittore forlivese Pompeo Randi, raffigurante il Duca Valentino a colloquio con Leonardo da Vinci. Quest’ultima opera è stata però nuovamente realizzata nel 2002 da parte degli ?., in occasione delle celebrazioni per 500 anni del passaggio di Leonardo in Romagna e a Cesenatico, e dunque ora adorna nuovamente il palcoscenico.

Nel dopoguerra la struttura gravemente danneggiata e riparata alla meglio venne utilizzata come si diceva come abitazione di fortuna da poveri e diseredati sino alla fine degli anni Settanta. Nel 1980 l'amministrazione comunale decise di procedere alla ristrutturazione del complesso. Il Teatro Comunale ha oggi una capienza di 271 posti così suddivisi: 69 in platea, 56 nel primo settore, 60 nel secondo settore e 86 nel loggione.

Risultato
  • 2
(813 valutazioni)


Home page - menu dx con icone
Teatro
Comunale
Cesenatico
Indirizzo: via Mazzini, 10 - 47042 Cesenatico (FC) - Italy
telefono: +39 0547-79274 fax: +39 0547-79327
Servizio Beni e Attività Culturali: cultura@cesenatico.it
Facebook: www.facebook.com/teatro.cesenatico
Portale internet realizzato 
da Progetti di Impresa Srl  © 2014