motore di ricerca

Programma invernale

Il programma invernale
Archivio notizie
Entra nella sezione  Programma invernale

Rassegne estive

Ribalta Marea
Le rassegne estive
Entra nella sezione  Rassegne estive

Informazioni

Dove siamo
Contatti
Notizie storiche sul Teatro
Entra nella sezione  Informazioni

dettaglio della notizia

Questa è la pagina di approfondimento della notizia che hai scelto.

ultima modifica: 22/07/2019

NOTTURNI ALLE CONSERVE

notizia pubblicata in data : lunedì 22 luglio 2019

NOTTURNI ALLE CONSERVE

AI NOTTURNI ALLE CONSERVE CONCERTO DEI SONATA ISLANDS

 

Martedì 23 luglio alle ore 22, nello splendido scenario della Piazzetta delle Conserve di Cesenatico, terzo appuntamento dei “Notturni alle Conserve”, la rassegna dedicata alla musica da camera con la direzione artistica del Maestro Thomas Cavuoto.

 

 

 

Relendo Villa Lobos

una rilettura del grande compositore brasiliano

 

Sonata Islands 

 

Cristina Renzetti - voce

Emilio Galante - flauti

Michele Francesconi - pianoforte

Gabriele Zanchini - fisarmonica e arrangiamenti

 

 

Concerto crossover fra musica classica e contemporanea, fra musica scritta e improvvisata, dedicato a Villa Lobos, sicuramente il compositore colto brasiliano internazionalmente più conosciuto. Pochi musicisti come lui si prestano a questo tipo di operazione, proprio perché la sua poetica è permeata da quella della MPB (Musica Popolare Brasiliana), la cui caratteristica è quella di assumere lucidamente la musica popolare brasiliana come comune radice di musica colta, jazz e pop. In altre parole la musica brasiliana è crossover per definizione. La ricerca di Sonata Islands consiste nel mostrare e sviluppare le origini melodiche e ritmiche dell’ispirazione di Villa Lobos, riscrivendo in modo jazz -popolare alcune sue composizioni. 

 

 

Relendo Villa Lobos è basato sulla rilettura in chiave moderna e jazzistica dell'opera del compositore brasiliano Heitor Villa-Lobos, con riarrangiamenti(a cura di Gabriele Zanchini) delle composizioni del Maestro (Bachianas e Cirandas) e brani originali dei musicisti del gruppo ispirati alle sue melodie. A partire dal 1922, quando partecipò alla Settimana di Arte Moderna di San Paolo, l'evento culturale più importante della storia della cultura moderna brasiliana, Villa-Lobos tracciò un nuovo cammino per le future generazioni di musicisti brasiliani che univa e faceva dialogare la musica colta europea con il folklore popolare del proprio paese. 

Relendo Villa-Lobossi inserisce in questo viaggio a doppio senso tra Europa e Brasile nella rilettura della musica del Maestro ed insieme in un rinnovato e moderno dialogo tra la musica colta e la musica popolare, caratteristica peculiare della sua produzione musicale. 

 

Il progetto si è esibito in numerose rassegne e Jazz Club in tutta Italia tra cui:

WellCafè Club - Trento

Zingarò Jazz Club – Faenza

Trentino in Jazz - Cles

 

Nonché presente in alcuni tra i più prestigiosi Jazz Festival nazionali tra cui:

Torino Jazz Festival

Trento Jazz Festival

Rovigo Jazz Festival

 

Note a cura di Fabio Ciminiera

Il punto di osservazione è tutto. Davvero. Possiamo provare ad immaginare le intenzioni, le mire, le smanie che accompagnarono il viaggio di Heitor Villa-Lobos alla volta della Francia, all'inizio degli anni Venti, ma difficilmente riusciremo a comprenderle fino in fondo... anzi, a mio avviso, ci fermiamo molto lontano dal suo stato d'animo.

Una traversata infinita per durata - tanto nel suo svolgimento effettivo, quanto nella preparazione e nel progetto - e compiuta sulla scorta di informazioni di seconda o di terza mano, arrivate in Brasile con un ampio “sfasamento temporale”. E poi, come immaginare, oggi, la sudditanza nei confronti della letteratura classica e di una capitale della cultura mondiale, da una parte, e l'orgoglio e la convinzione nelle proprie idee e capacità, dall'altra.

 

Anche il musicista di oggi vola a New York, a Londra, a Rio de Janeiro e nelle altre capitali per vedere in prima persona cosa succede. Le differenze pratiche, però, sono davvero tantissime. Intanto, ci vuole solamente una mezza giornata per arrivare a destinazione. Poi, si conosce, in modo più o meno, immediato cosa succede: esistono le dirette web, i podcast, il materiale pubblicato in rete direttamente dagli autori. E, soprattutto, è cambiato il modo di entrare in relazione e rimanere in contatto. Se rimane l'impulso a muoversi, sono del tutto diverse le condizioni, le aspettative e le dinamiche.

 

Relendo Villa-Lobos si concentra sul viaggio compiuto dalla musica del compositore brasiliano. Il suo soggiorno parigino diventa la rappresentazione concreta ed esemplare di un continuo attraversare l'Atlantico per mettere a confronto il Brasile e l'Europa. Le sonorità, i ritmi, le suggestioni esotiche della grande nazione sudamericana e le tante tradizioni della musica colta europea: da una parte, una realtà che deve ancora prendere coscienza del suo valore, dall'altra, una cultura dominante e capace di dettare il gusto. 

Se Villa-Lobos si ispira al mondo classico, diventa anche uno dei capostipiti del Novecento musicale brasiliano. Prende l'esistente e lo proietta verso nuove direzioni, offre soluzioni che portano in avanti il linguaggio. Il lavoro compiuto dalla formazione riprende il concetto del “viaggio” tra le due coste dell'Atlantico e, attraverso gli arrangiamenti e la rilettura delle pagine del compositore brasiliano, lo porta nel carattere e nello spirito delle proprie composizioni originali.

Si innesca così un dialogo musicale, una serie di domande utili per mettere alla prova la creatività e gli interrogativi sempre presenti in ogni composizione. Il rapporto con le tradizioni - il Brasile, la musica colta, il jazz, la matrice melodica mediterranea - e il confronto con i diversi vocabolari sonori di ogni genere. La voglia di lasciare i porti sicuri per misurarsi con l'inventiva e l'improvvisazione.

 

Nella musica proposta dalla formazione, ritroviamo fianco a fianco i ritmi brasiliani e le danze europee: i risultati del lavoro di Villa-Lobos diventano in modo naturale e immediato una ispirazione per i brani originali e per le soluzioni trovate nelle riletture. 

E si torna, quindi, al viaggio, ai suoi significati traslati e concreti. Un viaggio compiuto in musica, attraverso le esperienze personali e i soggiorni in Brasile, per mezzo degli arrangiamenti e della composizione, ma anche grazie all'interazione tra i musicisti e alla voglia di lasciar correre le melodie verso il loro naturale approdo.


In caso di maltempo lo spettacolo si terrà al Teatro Comunale.

 

Ingresso libero

 

Per informazioni: Servizio Teatro 0547- 79274

Risultato
  • 2
(32 valutazioni)
Home page - menu dx con icone
Calendario eventi
<< settembre 2019 <<
L M M G V S D
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30            
Teatro
Comunale
Cesenatico
Indirizzo: via Mazzini, 10 - 47042 Cesenatico (FC) - Italy
telefono: +39 0547-79274 fax: +39 0547-79327
Servizio Beni e Attività Culturali: cultura@cesenatico.it
Facebook: www.facebook.com/teatro.cesenatico
Portale internet realizzato 
da Progetti di Impresa Srl  © 2014